Acquisto 1° casa: dal 2014 imposte meno care

Buone nuove sul fronte dell’ acquisto prima casa, visto che alla luce del D.L. 12/09/13, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dal prossimo 1° gennaio 2014 si spenderà di meno per le imposte di registro.

Nello specifico, chi acquisterà un immobile da un privato sarà tenuto al pagamento dell’imposta di registro pari al 2% (non più al 3%), mentre le imposte catastale ed ipotecaria scendono da 168 euro a 50 euro ognuna.

Il risparmio per l’acquirente è dunque sostanzioso, infatti se pensiamo che finora per l’acquisto di un immobile di 150 mila euro si dovevano versare ben 4500 euro soltanto per l’ imposta di registro, dall’anno prossimo si risparmieranno ben 1500 euro.

Naturalmente le nuove norme non saranno applicate agli immobili di lusso, anche se prima casa (categorie catastali A/8 ed A/9).

Acquistando da un’impresa costruttrice, invece, oltre all’iva prevista del 4%, l’imposta di registro e quelle catastala ed ipotecaria passano da 168 euro a 200 euro.

In attesa che le nuove regole entrino in vigore, vediamo come reagirà il mercato immobiliare e se esse daranno una spinta positiva alla ripresa delle compravendite.